Raduno Settore Giovanile

Domenica 29 settembre: un fiume, tante giovani magliette grige scorrono per le vie del centro di Pieve del Grappa. C’è entusiasmo, qualche sbadiglio, molti sorrisi.

Questa è l’immagine rimasta impressa negli occhi dei cittadini del piccolo comune ai piedi del Monte Grappa, nel trevigiano, quando domenica mattina hanno visto 130 tra giovani arbitri ed istruttori sfilare per le strade principali mentre il mercato si stava popolando: un colpo d’occhio importante, soprattutto in un paese piccolo dove però l’ospitalità è certamente di casa.

Si è aperto così l’ultimo raduno organizzato dal Cia Veneto e dal Settore Tecnico Regionale in vista dell’inizio dei campionati giovanili e provinciali: l’incontro più speciale, quello più affollato, l’appuntamento che riunisce il futuro del settore arbitrale veneto…IL RADUNO DEL SETTORE GIOVANILE.

Appuntamento è alle ore 9:00 presso la sala consiliare nel Palazzo Reale: si apre la giornata con l’intervento dell’istruttore regionale Andrea Zangrando che da il benvenuto ai ragazzi incoraggiandoli e preparandoli per la nuova stagione. Le indicazioni che sono state date sono poche, chiare e si possono riassumere in questi concetti: arbitrare è un’attività molto delicata, un ruolo difficile, che necessita di allenamento. Dobbiamo impegnarci ed essere curiosi, propositivi, ricordando che non solo dobbiamo studiare (il regolamento) ma dobbiamo anche capire (il gioco e la sua tecnica): solo così il nostro lavoro sarà sempre migliore. Il gruppo degli Arbitri Junior è molto eterogeneo: è formato da ragazzi alla prima esperienza ed altri che si stanno avvicinando ai campionati senior e regionali, è composto da giovani che arrivano da piccole realtà ed altri che vivono in zone dove si mangia “pane e basket”. La crescita di ognuno sarà differente ma quanto si può chiedere a tutti è attenzione e serietà nello svolgere il proprio compito oltre che il sorriso con cui scendere in campo.

Ma basta con le parole e gli incoraggiamenti…si è a Crespano per lavorare e ora è il momento di alzare il sedere dalla sedia ed iniziare ad allenarsi: il gruppo, visto il grande numero, si divide in 3 sottogruppi che gireranno a turno nei 3 punti di lavoro. Grazie all’aiuto e ai sapienti consigli degli istruttori provinciali del settore giovanile:

– al palazzetto dello sport si lavora sull’arbitraggio di coppia, sulla collaborazione, su come muoversi e dove guardare per far si che tutti i giocatori siano dentro il campo visivo dei 2 arbitri. Spesso uno degli errori che commettiamo è quello di innamorarci della palla e focalizzare la nostra attenzione su di essa.

– nei campetti del patronato ci alleniamo sul salto a due iniziale, dobbiamo farlo perché è il nostro biglietto da visita ed è importante che la palla sia alzata correttamente per non avvantaggiare qualcuno.

– in sala consiliare infine si prende nota di quelle che sono le indicazioni e le linee guida che il settore tecnico nazionale ha fornito, come arbitrare la difesa per capire di chi è la responsabilità dell’eventuale contatto, controllare il tiratore finché non ricade a terra, posizionare correttamente il giocatore nelle rimesse, e altri piccoli suggerimenti supportati da clip-video.

Si arriva così, tra qualche urla di qualche istruttore e qualche “5 alto”, al termine delle attività tecniche: ai nostri giovani fischietti sono stati dati tanti input ed è stato mostrato loro come allenarsi. Ma pur sempre di giovani stiamo parlando e, come tutti i loro coetanei la voglia di divertirsi è tanta! L’ultima parte della giornata è quindi dedicata al gioco con mini-tornei a più sport per eleggere la squadra vincitrice che dovrà scontrarsi poi con la fenomenale squadra degli istruttori. Il pomeriggio è un susseguirsi di risate e battute: c’è un bellissimo clima tra i ragazzi e tra i loro pazzi istruttori (che vincono poi a mani basse la sfida finale). Non è semplice far sentire gruppo chi spesso deve scendere in campo in singolo..ma in questi ultimi anni stiamo facendo il possibile per far provare ai ragazzi, con raduni, tornei, camp estivi ed altre attività, che il settore arbitrale è una grande famiglia.

Il sole sta per scendere dietro al Monte Grappa quando ci scambiamo gli ultimi saluti e, con un super applauso di gruppo, ci promettiamo che la giornata di oggi è solo la prima del nostro allenamento. La giornata è stata dura e molto faticosa, per i ragazzi ma soprattutto per chi l’ha organizzata. Nonostante ciò vedere l’entusiasmo dei nostri giovani fischietti unito al dispiacere perché la giornata è finita ci inorgoglisce non poco e ci rende soddisfatti degli sforzi fatti.

Buon campionato ragazzi! Divertitevi e fate vedere di che pasta siamo fatti!

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Instagram
RSS
Follow by Email
Vai alla barra degli strumenti